mercoledì 30 marzo 2011

Cosciotto di cinghiale al forno

Un piatto particolare, anche se non sempre la carne è facile da reperire, è il cinghiale. Questo tipo di carne non viene apprezzata da tutti in quanto ha un gusto abbastanza forte ed una consistenza piuttosto "dura", però, se preparata e cucinata seguendo piccoli accorgimenti, il risultato finale potrà soddisfare anche i palati più esigenti.
Personalmente ho cucinato il cinghiale in due modi: al forno e preparando del ragù come condimento per delle ottime pappardelle fatte in casa. In questa ricetta vi descriverò come preparare il cosciotto di cinghiale al forno.
Ingredienti:
-1 cosciotto di cinghiale (lo troverete dai 2-3 kg in su in macelleria);
-spezie varie (aglio, alloro, bacche di ginepro, rosmarino);
-qualche gambo di sedano;
-vino rosso;
-cipolle per il soffritto;
-olio extra vergine di oliva;
La prima operazione da effettuare è la marinatura della carne (a meno che non sia già stata fatta del macellaio).
Questa operazione la si effettua disponendo la carne dentro un recipiente e aggiungendo olio, abbondante vino rosso, qualche spicchio d'aglio, dell'alloro, del sedano, delle bacche di ginepro e del rosmarino, il tutto per almeno 24 ore in modo da eliminare il più possibile il gusto della selvaggina.
Una volta terminata questa operazione, asciugare per bene il cosciotto con della carta assorbente e in una pentola a parte preparare del soffritto con cipolle e olio.
A doratura avvenuta delle cipolle, immergerci il cosciotto e rosolarlo bene per circa 10 minuti; aggiungervi a questo punto un paio di mestoli colmi del sugo di marinatura (esattamente quel sughetto in cui l'avete lasciato ad insaporire) ed appena il composto si sarà "ristretto", toglietelo dalla pentola e mettetelo in forno alla temperatura di 150° per 1 ora e 30. Terminata questa prima fase di cottura, alzare il forno a 200° per gli ultimi 20-30 minuti (varia a seconda della grandezza del pezzo di carne).
Durante la cottura in forno, il cosciotto tenderà a seccarsi leggermente, quindi di tanto in tanto versate sopra del vino rosso oppure il sugo della marinatura.
Questa ricetta non è di difficile esecuzione, comporta però una preparazione molto lunga, che sicuramente vi gratificherà nel gustare il risultato finale.
Non dimenticate di avere delle ottime bottiglie di vino rosso durante la cena, altrimenti mangiare una prelibatezza del genere senza l'accompagnamento giusto potrebbe risultare peggiore di un tradimento coniugale!!!

5 commenti:

  1. Risposte
    1. grazie per i complimenti, spero che ti sia piaciuta la ricetta!!

      Elimina
  2. Credi che fare una variante tipo "genovese" a questa preparazione sia una cosa fattibile? I miei amici mi hanno chiesto espressamente un cosciotto di cinghiale alla genovese per stasera...

    RispondiElimina
  3. Grazie per la ricettina niente male!! Stasera lo gusteremo e senza dubbio ti dirò se ho ricevuto dei complimenti :).

    RispondiElimina
  4. grazie della ricetta ho aggiunto una copertura di lardo di colonnata da irrorare con la marinata

    RispondiElimina